Si sa, il menù è il biglietto da visita con il quale comunica un locale, un primo impatto può determinare o variare le scelte del consumatore. È importante quindi avere un menù a norma che soddisfi sia il gusto personale sia i paramenti del locale. Negli ultimi anni si è parlato di una vera e propria professione, quella del menù engineering per attirare l’attenzione dei clienti senza tralasciare elementi come la disposizione dei piatti, il design e la grafica della carta.

E voi, starete seguendo i giusti parametri del menù perfetto? Qui seguono alcuni consigli che possono essere utili per la creazione del vostro menù.

 

Il menù perfetto formato e la lunghezza: la regola dei tre minuti

Semplicità come parola d’ordine, secondo la “regola” dei tre minuti, l’attenzione di un cliente non supera queste tempistiche, motivo per cui con un menù estremamente lungo non verranno messe in risalto tutte le pietanze. In questo lasso di tempo il cliente deciderà cosa mangiare, dunque l’obbiettivo principale del locale sarà quello di accompagnare le sue decisioni.

Solitamente è consigliato un menù di due pagine in modo tale da evidenziare tutte le portate. Per quanto riguarda le pietanze è consigliato non aggiungere più di 7 portate per sezione.

 

Nomi dei piatti: Semplici ma specifici

Il menù perfetto deve richiamare l’attenzione senza però esagerare. L’utilizzo di uno stile semplice e di uno sfondo chiaro è consigliato per la grafica,

evitando stili eccentrici e di difficile comprensione. Le traduzioni non devono essere fatte alla lettera ma adattate alla lingua in cui è il menù è redatto.

Comunicare alla clientela i contenuti delle pietanze è importante, aggiungere il luogo di origine, la tipologia di prodottisottolineare poi quelli BIO, DOP, o a km 0 sono tutti plus che renderanno il vostro menù perfetto; In questo modo il consumatore potrà escludere determinate porzioni se è affetto da specifiche allergie o intolleranze alimentari e prediligerne altre. Consigliata anche una lista a parte che comprenda le bevande, inclusi vini, caffè in modo tale da assortirli singolarmente al piatto prescelto.

 

Scegliere i colori giusti e gli spazi bianchi:

Ci sono poi alcuni consigli per prediligere la scelta finale del cliente verso determinati piatti come per esempio l’inserimento di alcuni di essi all’inizio della pagina.

Altro consiglio è quello di utilizzare spazi bianchi tra le diverse portate, separandole all’interno del menù darà sicuramente più all’occhio.

I colori non vanno sottovalutati, ma prestare anche qui attenzione in quanto se usati in modo eccessivo potrebbero far perdere serietà al menù.

 

Conoscere i clienti, strategie di lettura:“Triangolo d’oro”

Inconsciamente la lettura del menù inizia guardando la parte centrale del foglio, per poi spostare lo sguardo in alto a destra e passare all’angolo opposto al lato sinistro. Consigliato dunque di predisporre i patti più gettonati, in quelle aree.

Se invece il locale propone il menù a libro si tenderà probabilmente a ispezionare per primi i piatti posizionati in alto sulla destra nella seconda pagina;

se invece il menù è un foglio singolo, salta subito all’occhio il piatto posto nella zona centrale del foglio;

 

Le immagini del menù perfetto:

Le immagini possono essere aggiunte nella copertina o inserite direttamente come sfondo senza però confondere il cliente con le scritte e le descrizioni.

Una buona impaginazione del menù è strutturata dal logo del vostro ristorante, l’elenco delle pietanze con le relative descrizioni di allergeni e su scelta personale alcuni dettagli sulla storia del locale.

Per avere una visione più chiara del piatto soprattutto in località molto turistiche potrebbe essere utile accostare alla rappresentazione della portata anche la foto.

Per esempio: fare attenzione alle traduzioni, NON tradurre "affogato al caffè" con "drowned in coffee" piuttosto "ice cream served in a coffee cup with espresso coffee " : 

affogato al caffè

Alla ricerca di modelli di menù dal design impeccabile, inclusi si allergici e completamente personalizzabili?

Potrebbe risultare complicato ma in realtà basta poco per creare il menù perfetto. Menutech un software ideato per i gestori di hotel, ristoranti e servizi di catering ne facilita la redazione mettendo a disposizione tutti gli strumenti per creare il menù perfetto senza rinunciare allo stile. Abbandonate l’idea di scrivere lunghe liste di ingredienti, il nostro software vi permette di aggiungere le etichette sugli allergeni, i prodotti surgelati e tanto altro ancora. Prendete ispirazione dai nostri esempi a disposizione, visitando il nostro sito Menutech potete provate gratuitamente per dieci giorni a creare il menù in modo semplicissimo, veloce e divertente. Cosa aspetti? Inizia subito!

Banchetto

 

Menu scelta

 

Pranzo Cena menu